Servizio Clienti 347 1244597 -  dal Lun al Ven: 9.00 - 12.30 / 14.30 - 17.00

Bronzer: a cosa serve e come applicarlo

 


Se ben applicato e, soprattutto, sfumato nei punti giusti, il bronzer con pochi tratti sicuri e veloci può trasformare un colorito spento e dall’effetto “tintarella di Luna” in un incarnato da Dea baciata dal Sole! Ma partiamo dalle basi: cosa è il bronzer e a cosa serve?

Il bronzer, o anche terra abbronzante, è un cosmetico generalmente dalla texture in polvere libera o compatta ( non manca ovviamente la versione cremosa, un pò più impegnativa da sfumare) che ha come scopo principale quello di scaldare il colore dell’incarnato.
Poiché scaldare non vuol dire “diventare marroni”, la scelta del colore del bronzer dovrebbe ricadere su una nuance di 1 o 2 toni più scura dell’incarnato naturale; inoltre, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere, il bronzer può essere scelto in versione shimmer oppure matte.


EFFETTI E METODI DI APPLICAZIONE

Esistono 3 diversi metodi di applicazione del bronzer:
 

1. “Baciata dal Sole”
Per un look più naturale che imita l’effetto della tintarella ottenuta con i raggi del sole, la scelta migliore è quella di applicare il bronzer proprio in quei punti del viso che si abbronzano con più facilità: fronte, naso, zigomi e mento. Usando un pennello voluminoso e morbido, come il Powder/blush, preleva un po’ di prodotto e stendilo a strati sottili creando un effetto naturale e sfumato. Per non creare un distacco eccessivo, sfuma un po’ di bronzer anche sul collo.

2. Il metodo del “3” e della “E”
Questo è il metodo più utilizzato per l’applicazione del bronzer: si tratta semplicemente di sfumare il colore partendo dalle tempie fin sopra lo zigomo (dove normalmente applicheresti il blush) per finire sulla linea della mascella, andando quindi a formare un “3” ed una “E” sui lati del viso. Ricorda di prelevare sempre poca quantità di polvere e “scaricare” il pennello dall’eccesso di prodotto prima di applicarlo sul viso, in questo caso è perfetto un pennello Contour/blush.

3. Contouring
Per utilizzare il bronzer come contouring è bene sceglierne uno dalla finitura opaca e, preferibilmente, dai toni più freddi. Anche in questo caso un pennello da blush è l’ideale per rendere più preciso il tratto e sfumare il colore nei punti giusti: sotto l’osso dello zigomo, sulle tempie e sotto la linea mascellare. Anche se questa tecnica è molto utilizzata, bisogna tenere presente che il bronzer nasce con l’obiettivo di “scaldare” l’incarnato e pertanto le sue tonalità sono tutte abbastanza calde. Il contouring, invece, ha lo scopo di scolpire il viso creando zone d’ombra e per farlo preferisce tonalità fredde. Perfetto per questo scopo è un pennello Contour/blush.

VanityLovers utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie su tutti i siti VanityLovers. Per maggiori informazioni clicca qui
x